Γνῶθι σεαυτόν
Questo non è il lettino di uno psicanalista, è la stanza morbida in cui le anime inquiete possono riposare. Non troverete verità assolute, l'arroganza non ci appartiene, ma solo risposte soggettive a dubbi, crisi, perplessità altrettanto soggettive. Qui troverete la nostra esperienza a vostra disposizione; perché lo sappiamo bene: anche gli arcobaleni vanno in paranoia.
L'amore è un diritto.
L'ignoranza un cirmine.
A(le), E(u) ,T(ony), & M(art).

inconscium ha detto: Un sorriso e un abbraccio a tutte voi <3

Grazie E. :)

Coming out, di nuovo

Ennesima confessione:

Questo è il periodo dell’anno in cui da ormai 4 anni faccio coming out con i miei genitori.

In teoria uno lo fa una volta, io no, ogni anno, i miei hanno questo sistema di rimozione per cui ogni anno devo ripeterlo perchè o credono io cambi ogni 12 mesi o sperano sia stato un periodo e cascano ogni volta dalle nuvole con offese annesse.

Di differente c’è che lo farò per la prima volta con mio Zio Mino il fratello simpatico e bravo di mio Babbo a cui voglio un gran bene e spero continui a volermene.

E ricordargli che la bella ragazza ricciola che era a casa mia alcuni mesi fa è la mia ragazza.

E mi ha accolto più lei di loro in una vita intera.

Questo anno aspetto il momento cui ci sarà anche mio fratello in quanto gay magari mi aiuta un pelino oppure i miei crollano del tutto perchè si ricordano ancora una volta che si hanno due figli omosessuali.

Spero questo sia l’ultimo anno faccio coming out con i miei, fa sempre

 un pò paura e un pò doloroso nonostante lo faccia da un pò di anni.

Per me conta di più il rispetto del perbenismo e spero niente offese almeno questo anno.

Io sono nata così e sono fiera di chi sono e di chi amo.

Sono fiera di mio fratello e siamo due bravi figli.

Nessuno ci insegna a esserlo e manco a essere bravi genitori per cui proprio per l’umanità oltre il sangue che ci accomuna spero in un pò di apertura.

In ogni caso io sarò stata sincera e rispettosa.

T.

©